You are here

10 Febbraio 2015

Miroglio Textile porta a Première Vision la sua rivoluzione digital smart e presenta 4 collezioni lifestyle

Miroglio Textile è leader europeo nel settore dei tessuti stampati e, grazie ai continui investimenti in ricerca e innovazione tecnologica (25 milioni di euro nel solo arco degli ultimi tre anni), è oggi in grado di offrire alla propria clientela un risultato dall’elevato livello creativo e un servizio altamente customizzato, attraverso la stampa tradizionale e la stampa digitale di ultima generazione.

A Première Vision Parigi l’azienda presenterà un’offerta costituita da ben 4 collezioni p/e 2016, dallo spiccato gusto italiano, pensate per una pluralità di stili di vita e in grado di rispondere in maniera focalizzata ai bisogni dei vari segmenti del mercato:

Stampati: è la collezione Heritage che da oltre 50 anni risponde all’esigenza di un abbigliamento femminile dal gusto classico, ma sempre aggiornato. Un’ampissima gamma di disegni, di colori e di possibilità di customizzazione, un “su misura” di grande contenuto e storia.

D+: è la gamma che racconta la voglia di sperimentare da parte di Miroglio Textile. La ricerca di nuove frontiere della creatività e del colore ha permesso di concepire questa collezione, emblema della stampa digitale che rende Miroglio Textile un importante trend setter.

Oro, la collezione che predilige raffinatezza e preziosità. Le sue prerogative sono eleganza e ricercatezza, aspetti che si realizzano nei disegni dai colori pacati ma, allo stesso tempo, importanti.

Everyday: è la collezione più vicina al segmento giovane, mainstream, molto fast e piena di nuove energie creative. Si tratta di una collezione in divenire, sempre in movimento ed evoluzione, che guarda alle nuove generazioni come mercato di riferimento.

Miroglio Textile non trascura l’aspetto ecosostenibile delle proprie collezioni e sviluppa da anni una strategia aziendale attenta alla qualità e all’impronta ambientale dei suoi prodotti: nel 2012 ha dato vita al progetto E.Volution™, che ha permesso una drastica riduzione del consumo d'acqua (oltre il 50%), energia (30%) e delle emissioni di CO2 (fino al 30%); nel 2014 ha aderito alla campagna Detox di Greenpeace.