You are here

14 Febbraio 2012

Miroglio Textile lancia la prima collezione di tessuti d’artista

Sono Stefano Arienti, Massimo Caccia e Maggie Cardelús gli artisti scelti per realizzare la prima collezione di tessuti d’artista Metri d’Arte di Miroglio Textile, azienda del Gruppo Miroglio leader in Italia e in Europa nel settore della produzione tessile.
Il progetto, che per la prima volta porta l’arte nel cuore di un’azienda italiana dalla lunga tradizione industriale, è la sfida con cui Miroglio Textile, nata ad Alba nel 1947 e oggi presente in 36 Paesi nel mondo, ha scelto per presentarsi a Première Vision 2012.
A partire da un tema comune – il sogno – e grazie alla collaborazione dei tre artisti con i designer dell’Ufficio Stile Miroglio, sono state elaborate 6 linee principali di tessuto (2 per ciascun artista), declinate complessivamente in un totale di 21 diversi tessuti per la primavera/estate 2013 - lino, seta, voile di cotone, raso di cotone e maglia di viscosa elasticizzata - in esposizione in questi giorni al salone parigino.
Il progetto, che ha coinvolto numerosi professionisti dell’azienda, si è sviluppato come un vero e proprio percorso di contaminazione con l’arte rivolto a un obiettivo ancora più grande: utilizzare la moda per trasferire emozioni e contenuti a donne sempre più consapevoli e motori del cambiamento.
Dichiara Elena Miroglio, Executive Vice President e Responsabile delle strategie del Gruppo: “In una realtà sempre più globalizzata nella quale, per i consumatori, risulta sempre più difficile scegliere e per i prodotti distinguersi, cercare elementi che vadano oltre il solo elemento estetico assume sempre maggiore rilevanza” e aggiunge “sempre di più il prodotto deve, infatti, trasmettere un’esperienza completa, anche di contenuto. Con questo progetto abbiamo scelto l’arte per arricchire i nostri tessuti anche di valori simbolici e immateriali, oltre che estetici, e per raccontare una storia. Perché l’arte è emozione e passione e con essa vogliamo parlare al cuore delle nostre clienti”.
Metri d’Arte vuole essere quindi l’incontro tra arte e industria per esplorare con entusiasmo nuove frontiere della creatività e posizionare sempre di più l’azienda come laboratorio di pensiero in grado di dare vita a creazioni dotate al tempo stesso di armonia, anima e contenuto.
La Collezione Metri d’Arte viene presentata in anteprima il 14 febbraio 2012, a Parigi, nel corso di una serata speciale alla galleria Nikki Diana Marquardt di Place des Vosges: arte contemporanea e tessuti si uniranno in una performance creata per l’occasione dai tre artisti del progetto. Verrà inoltre presentato il libro che illustra la genesi e lo sviluppo del progetto nelle sue diverse fasi, dalla selezione degli artisti, al loro dialogo con l’azienda, fino ai risultati in termini di formazione e di realizzazione finale del prodotto.