You are here

10 Ottobre 2012

Miroglio e GAM. Si rafforza il legame tra azienda e arte

Prosegue l’impegno del Gruppo Miroglio nel sostenere le iniziative del territorio a favore dell’arte contemporanea.
Dalla partnership tra il Gruppo Miroglio e la Galleria di Arte Moderna e Contemporanea di Torino (GAM) nasce il primo appuntamento del ciclo Surprise, progetto espositivo dedicato a esplorare aspetti specifici della ricerca artistica torinese tra anni Sessanta e anni Settanta (GAM, dal 12 ottobre 2012 al 6 gennaio 2013).
Un doppio filo lega l’azienda a quel periodo storico: essa, nata ad Alba nel 1947, fu uno degli attori che in quegli anni contribuì allo sviluppo industriale ed economico del Paese e, contemporaneamente, ne interpretò il ruolo di attento osservatore delle dinamiche che caratterizzarono quella fertile stagione artistica.
Stretto è anche il rapporto del Gruppo Miroglio con Ugo Nespolo, protagonista del primo appuntamento del ciclo Surprise. Proprio a Nespolo, artista irriverente, dotato di un atteggiamento di divertita leggerezza con cui avvolge tutte le sue opere rendendole gioiose ma mai “spensierate”, Miroglio affidò la rivisitazione artistica dello storico marchio del Gruppo.
La collaborazione con la Galleria di Arte Moderna in occasione del progetto espositivo Surprise si inserisce nell’ambito di un insieme di iniziative che testimoniano la crescente attenzione che il Gruppo Miroglio rivolge da tempo al mondo dell’arte e delle moderne forme espressive e che ha condotto l’azienda a esplorare nuove frontiere della creatività per avviare una visione d’impresa sempre più aperta a integrare pratiche della cultura contemporanea.
Nel febbraio 2012 è stata presentata a Parigi la collezione di tessuti “Metri d’arte”, ideata a partire dalla sinergia tra i designer dell’Ufficio Stile Miroglio e un gruppo di artisti invitati a creare nuove texture ispirandosi al tema del sogno. Il progetto sperimentale ha contribuito a portare l’arte nel cuore produttivo dell’azienda e a valorizzarne la tradizione di lungo corso.
Nel novembre 2011 si è svolto pressa la Reggia della Venaria Reale il Creative Workshop “Elena Mirò. Art & Fashion” durante il quale dodici giovani stilisti sono stati invitati a trarre ispirazione dall’opera “La notte barbara” di Pinot Gallizio per la realizzazione di altrettanti modelli unici, in esposizione dal prossimo 15 ottobre all’interno del Circolo dei Lettori di Torino in occasione della manifestazione Voce del Verbo Moda.